26 Maggio 2021

Incidente Mottarone, freni disattivati deliberatamente

incidente Mottarone

Incidente Mottarone: i freni sarebbero stati disattivati deliberatamente, lo rende noto il Procuratore di Verbania

L’incidente avvenuto domenica 23 Maggio alla funivia di Stresa Mottarone, è stato dovuto alla disattivazione del freno di emergenza.

A renderlo noto, in una conferenza stampa, il Procuratore della Repubblica di Verbania, Olimpia Bossi.

Non si sarebbe trattato, dunque, di una dimenticanza ma di una decisione consapevole  per ovviare a inconvenienti tecnici, che si stavano verificando sulla linea.

Sempre secondo la Bossi, la riparazione di questo presunto malfunzionamento avrebbe necessitato di interventi più incisivi e radicali che avrebbero comportato il blocco della funivia.

Di qui la decisione dei tre indagati di disattivare momentaneamente il freno d’emergenza affinché la cabina potesse continuare a fare le sue corse senza problemi.

Per la Procura di Verbania, Luigi Nerini, Enrico Perocchio e Gabriele Tadini, posti dalla scorsa notte in stato di fermo, sono indagati  per concorso, per omicidio colposo plurimo, disastro colposo e rimozione degli strumenti atti a prevenire gli infortuni, aggravato dal disastro, e lesioni gravissime.

Perocchio, Tadini e Nerini avrebbero pensato di superare gli inconvenienti tecnici dell’impianto installando un dispositivo, un cosiddetto “forchettone”, per disabilitare i freni di emergenza.

Un pezzo di questo ‘forchettone’ è stato ritrovato stamattina nella zona in cui è avvenuto l’incidente.

Sembra non vi sia alcun dubbio, dunque, che i tre fossero stati a conoscenza di un malfunzionamento al sistema frenante di sicurezza, che già altre volte aveva dato problemi.

 

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL, TWITTER, INSTAGRAM, TELEGRAM E  ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO CON OGNI NOTIZIA DI CRONACA, ATTUALITA’, SPORT, CULTURA, EVENTI, POLITICA E UNIVERSITA’: CLICCA QUI.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.